Turismo

Pontedilegno-Tonale, stagione compromessa al 90%, ma fino a maggio c’è il Presena

Pontedilegno-Tonale, stagione compromessa al 90%, “Ma fino a maggio c’è il Presena e se arriverà l’ok noi sicuramente apriremo”.

È quanto riferisce Michele Bertolini, direttore del Consorzio Pontedilegno-Tonale e non dice una cosa proprio del tutto scontato. Non tutti gli impiantisti sceglieranno di aprire anche se per un breve periodo. Sempre che il Governo dia l’ok ed anche questo non è per niente scontato.

La neve questo inverno è scesa copiosa e avrebbe sicuramente garantito una stagione sciistica fantastica.

Tuttavia la speranza di poter aprire gli impianti non è stata ancora abbandonata, considerando che in quota le condizioni della neve si mantengono ottimali fino alla primavera.

“La stagione sciistica a questo punto è compromessa al 90% – spiega Bertolini, ma se a febbraio il Governo darà realmente la possibilità di aprire gli impianti di risalita, lo faremo senz’altro.

A differenza di altri comprensori sciistici, noi abbiamo il ghiacciaio Presena che rappresenta una risorsa molto preziosa perché ci garantisce una stagione più lunga, che arriva fino a maggio inoltrato”.

Questo, unitamente ai tanto attesi ristori, dovrebbe aiutare tutte le realtà e le attività commerciali del comprensorio.

Questo continuo rimandare la possibile data di apertura degli impianti di risalita ha creato enormi difficoltà a tutto il comparto – prosegue Bertolini- Pensiamo anche solo alle strutture ricettive.

Non bastano 24 ore per farle aprire, hanno bisogno di tempo per organizzarsi, trovare il personale, attrezzare le cucine.

Il clima di incertezza che stiamo respirando da mesi ormai ha portato enormi difficoltà, ma la voglia di lavorare non è venuta meno”.

In attesa di una data di apertura, che dovrà essere accompagnata da precise linee guida approvate dal Comitato Tecnico Scientifico, il Consorzio ha predisposto alcune modalità di acquisto degli skipass e di accesso alla ski area a favore della tutela degli utenti.

Si va dalla vendita online degli skipass, con la possibilità di ricevere a casa la tessera k-card senza dover quindi passare dalla biglietteria, ad un software che in tempo reale fornirà i dati sull’affluenza alle varie aree del comprensorio, ad una app che permetterà di prenotare il posto sugli impianti di risalita (primo accesso).

Non resta che aspettare il 15 febbraio, nella speranza che questa data si possa trasformare in un punto fermo, dal quale fare finalmente iniziare la stagione dello sci. Pontedilegno-Tonale se arriverà

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.