Corrado Herin
AlpStyle

Pila: via alla Coppa Europa Downhill

Il 25 luglio a Pila prende il via la Coppa Europa di Downhill con un omaggio a Corrado Herin che ha segnato la storia della disciplina e al quale verrà intitolata la pista di gara.

Il paradiso della mountain bike, che abbiamo visitato poche settimane fa, torna, dopo 5 anni, a essere teatro di grandi manifestazioni agonistiche di respiro internazionale. La sua vocazione per il downhill a luglio vivrà il culmine con la quarta tappa del circuito iXS European Downhill Cup.

La l’attività a Pila non si ferma alla Coppa Europa Downhill. Ad agosto il nuovo circuito XCO sarà sede del Campionato Europeo Giovanile UEC.

Pila è legata alle ruote grasse dagli anni ’90, con importanti competizioni sportive che hanno visto i più grandi campioni di mountain bike sfidarsi tra le sue vette: da Paola Pezzo a Gery Kerschbaumer per il cross country, da Lorenzo Suding a Manuel Gruber nella disciplina downhill.

Il Presidente di Pila Spa, Davide Vuillermoz, ha commentato: “Pila è un palcoscenico speciale per le competizioni internazionali, sia per quanto riguarda lo spettacolare contesto panoramico nel quale è inserita la conca naturale, sia per il tracciato di gara estremamente apprezzato dagli atleti, che tornano ad allenarsi qui anche per le successive sfide”.

Vuillermoz ha poi proseguito: “Questo percorso è il frutto di un lavoro pluriennale portato avanti con passione e grande competenza dall’ex Campione del Mondo di downhill Corrado Herin, che ci ha recentemente lasciati e al quale vogliamo dedicare la pista sede da sempre della Coppa Europa, come ringraziamento per tutto ciò che ha fatto per Pila”.

L’iXS European Downhill Cup, istituita nel 2008, è diventata il circuito più importante dopo la Coppa del Mondo.

Alla tappa sono attesi circa 400 atleti provenienti da 25 nazioni diverse, che porteranno con sé i propri team di tecnici meccanici e accompagnatori, per un totale di presenze che supererà le 1500 persone durante i giorni della manifestazione.

Tags

About the author

Andrea Ronchi

Andrea Ronchi

Andrea Ronchi è milanese di nascita e di cuore, rigorosamente a strisce rossonere. Ama lo sport in generale e da ragazzo si è cimentato in diverse discipline. Discreto tennista e giocatore di pallone, è rimasto folgorato dalle palline con le fossette in tarda età, o meglio, troppo tardi per ambire a farne una carriera ma sufficientemente presto per poter provare il brivido e la tensione dell’handicap a una cifra. La passione lo ha portato a fare del golf un lavoro e oggi, oltre a essere nel corpo di redazione della rivista Golf & Turismo, è prima firma di Quotidiano Sportivo e ospite fisso nella trasmissione televisiva Buca 9. Quando la neve copre i fairway prende gli sci, sua altra grande passione, e gira per le Alpi “costretto” dal suo ruolo di responsabile del turismo per la Rivista Sciare. È un duro lavoro, ma qualcuno le deve pur fare...