@Pentaphoto
Gare

Martina Peterlini: ‘Il percorso è ancora lunghissimo’

Martina Peterlini: “La Soddisfazione c’è ma anche la consapevolezza che ‘Il percorso è ancora lunghissimo”. La 22enne Azzurra ha centrato l’obiettivo minimo e bisogna godere di questo. Martina Peterlini incassa i primi punti della carriera con il 26simo posto nello slalom di Levi, che al termine della prima manche era addirittura un ventunesimo con il pettorale 46. “Sono contentissima della prima manche perchè dietro c’è molto lavoro atletico con i nostri preparatori e i tecnici – racconta la ventiduenne trentina di Rovereto, tesserata per le Fiamme Oro Moena, alla nona presenza sul circuito maggiore -. Nella seconda mi aspettavo qualcosa in più, sono partita per attaccare sul muro, ho sbagliato molto e mi sono disunita. È un primo passo per crescere, non posso certo fermarmi qui, si tratta solamente di un punto di partenza“. Settimana prossima Peterlini tornerà in pista nello slalom di Killington, in programma domenica 1 dicembre.

Premonizioni Azzurre
Alla vigilia della gara il tecnico Matteo Guadagnini aveva detto: “Martina Peterlini nella scorsa stagione ha patito la Coppa del Mondo. Ci era arrivata con troppe responsabilità, perché in allenamento andava forte, ora vedremo se le batoste prese saranno servite. Di sicuro è pronta per fare il salto di qualità e per qualificarsi alla seconda manche, questo per ora è il suo primo obiettivo”.
Per quanto riguarda la più giovane del gruppo: “Marta Rossetti: scia molto bene ed è forte atleticamente. Fin da piccola si è sempre allenata nel modo giusto, adesso deve portare la sua sciata a intensità diverse, più elevate“. E riguardo ad Anita Gulli: “È ancora un po’ acerba, incostante. Fa cose buone e poi cala all’improvviso. Ha una sciata veloce e moderna, ma deve ancora maturare un po’ dal punto di vista tecnico e atletico”.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.